back

Curiosità

Cosa aspettarsi da un wine tour

In cosa consiste di preciso un “wine tour”? Cosa aspettarsi da questa esperienza oltre alla solita degustazione di vini? Come si può viverlo al meglio?

La cantina

Un wine tour è principalmente un soggiorno immersivo e a suo modo anche educativo, in un’area territoriale circoscritta, che ha come filo conduttore la scoperta dei vini e delle cantine di quello stesso luogo.


Un wine tour può prevedere la visita di una o più cantine e la sua durata può variare a seconda dei gusti e della zona in cui si organizza: si può esaurire tutto in giornata oppure fare dei tour che durano settimane.

L’organizzazione può essere demandata ad un’agenzia o tour operator, oppure potete occuparvene voi stessi, prenotando online le visite nelle cantine che ritenete più adatte.

Ma al di là della durata e dell’organizzazione, sono le fasi di un wine tour e cosa aspettarci da esso ciò che ci interessa maggiormente.

Le fasi del wine tour

Il wine tour prevede la visita di una o più cantine in un territorio circoscritto. Questa visita non si esaurisce nell’osservare i vigneti, il panorama e degustare il vino, ma diventa un’esperienza immersiva dove, grazie ad una guida, si viene accompagnati alla scoperta dei vini coltivati in quel luogo, in un percorso a 360 gradi che abbraccia sia i vigneti che la cantina stessa.

Per fare un esempio pratico, noi di Famiglia Cecchi, nella nostra tenuta di Val delle Rose in Maremma offriamo un percorso che inizia tra i vigneti, dove vengono presentate le varietà coltivate e ne vengono svelati i segreti, oltre a rivivere insieme i momenti sempre speciali della vendemmia. 

Successivamente si osserva da vicino e viene spiegato, all’interno della cantina, il processo di vinificazione e di invecchiamento. Il legame con il territorio (in questo caso quello maremmano) è sempre centrale, esattamente come lo è nell’identità e nel carattere del vino prodotto.

La visita alle cantine naturalmente cambia a seconda del periodo dell’anno.

Nei mesi di settembre/ottobre il personale sarà occupato nella vendemmia e si potrà ammirare “in diretta” questo momento così magico e rituale. Nei mesi successivi l’attenzione è posta maggiormente sul processo di produzione. A questo proposito va detto che una fase fondamentale del tour è proprio quella relativa alla visita delle varie stanze dove viene portato avanti questo processo, dalla fermentazione, all’imbottigliamento, oltre ovviamente agli spazi in cui il vino viene conservato.

Un esempio di percorso di un wine tour: l’esperienza a Val delle Rose

Dopo un’introduzione storico culturale della Maremma, territorio nel quale si trova la tenuta Val delle Rose, si procede ad una passeggiata nei vigneti per osservare da vicino la pianta, il tipo di terreno, le forme di allevamento e le varie tecniche di potatura, con informazioni ampelografiche

Il percorso prosegue all’interno della cantina di vinificazione, dove gli ospiti rimangono sospesi su delle passerelle, per osservare dall’alto le vasche in acciaio in cui avviene la trasformazione da mosto a vino. E qui, durante il periodo della vendemmia, l’odore è inebriante e si possono guardare tutte le lavorazioni.

Il tour si conclude nella barricaia, interamente interrata, dove i vini invecchiano sotto suggestive volte.

La degustazione

La degustazione è uno dei momenti più attesi, è la vera e propria chiusura del cerchio. Avete conosciuto il terreno, il territorio, la storia di quei vini e di chi li ha prodotti, avete scoperto come vengono prodotti e conservati e ora è il momento in cui tutte queste storie acquisiscono un senso e un significato: la degustazione.


Siamo quindi al momento chiave. Il vino degustato direttamente in cantina ha un sapore speciale. Il territorio, i suoi profumi, la storia del vino è tutta intorno a voi.

Naturalmente, molto spesso, potrete godere di abbinamenti gastronomici con prodotti altrettanto

A Val delle Rose, ad esempio, gli ospiti hanno l’opportunità di degustare i nostri vini accompagnati da bruschette all’olio extra vergine d’oliva prodotto nella tenuta oppure fermarsi più a lungo per assaporare i piatti tipici della tradizione maremmana.


Con la degustazione si conclude in genere il wine tour, un’esperienza che consigliamo, in ogni parte del mondo in cui viene prodotto vino. Perché alla fine dove c’è vino c’è sempre una storia da raccontare, e con il wine tour oltre a scoprire questa storia, in un certo modo si riesce a viverla direttamente. E ne vale davvero la pena.

Vuoi provare un wine tour in Toscana? Scopri qui Val delle Rose, la tenuta di Famiglia Cecchi in Maremma.

Altre storie